Bentornati amanti del gusto!

Il perfetto incontro tra i ricchi sapori del Lazio e quelli della Campania, regioni che storicamente ne contendono la paternità. C’è chi fa risalire l’origine del suo nome a una casa di appuntamenti della Roma dei primi del Novecento, chi invece la fa risalire invece a una casa chiusa della Napoli dei Quartieri Spagnoli. Ecco a voi la nostra versione della leggendaria Puttanesca con Spaghetti Biologici Marasca e Pomodori Pelati Marasca!

La nostra lista della spesa per 4 persone di questa settimana è:

  • 320g di Spaghetti BIO Marasca
  • 400g di Pomodori Pelati Marasca
  • 3 filetti di acciuga sott’olio
  • 10g di capperi sotto sale
  • 100g di olive di Gaeta
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 peperoncini freschi (ma vanno bene anche secchi)
  • Sale e olio EVO q.b.

PROCEDIMENTO:

  1. In una pentola, mettete a bollire l’acqua per la pasta e nel frattempo sciacquate i capperi per eliminare il sale in eccesso e tritateli grossolanamente. Dopo aver tolto il nocciolo, schiacciate poi le olive di Gaeta.
  2. In una padella, mettete a rosolare nell’olio uno spicchio di aglio, il peperoncino tritato e le acciughe. Aggiungete poi i capperi e il prezzemolo tritato finemente, lasciando cuocere per almeno 5 minuti e mescolando spesso per far sciogliere le acciughe.
  3. A questo punto mettete a cuocere gli Spaghetti BIO Marasca nella pentola e aggiungete i Pomodori Pelati Marasca nella padella, lasciate cuocere per altri 10 minuti. Essendo gli ingredienti molto sapidi, assaggiate bene il sugo prima di aggiungere eventualmente del sale.
  4. Quando il sugo sarà pronto, rimuovete l’aglio e aggiungete le olive di Gaeta e una ulteriore spolverata di prezzemolo tritato.
  5. Quando mancheranno 2-3 minuti alla cottura degli Spaghetti Bio Marasca, aggiungeteli al sugo e fateli saltare fino a quando si amalgameranno tutti gli ingredienti.

Buon appetito con Marasca!